18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


29 dicembre 2009

A Roma, il 1°Gennaio 2010, concerto degli Electrocutango, all'interno del 5° MeditangoFestival


Prosegue con straordinari appuntamenti il 5° MeditangoFestival, Festival Internazionale di Tango, Teatro e Musica di Roma, organizzato da Alex Cantarelli e Mimma Mercurio, ed apertosi lo scorso 18 dicembre con una coppia d'eccezione del Tango, Adrian Veredice e Alejandra Hobert, ballerini eclettici, la cui danza e didattica sono una preziosa sintesi di innovazione e tradizione.

Dopo la TangoMaratona del 26-27 dicembre -un successo dall'alto delle più di 300 presenze-, il prossimo appuntamento del MeditangoFestival è all'insegna della grande musica.

In programma per il 1° Gennaio 2010, infatti, il concerto degli Electrocutango, una delle più importanti band di Tango Elettronico della scena internazionale, in anteprima assoluta e prima delle tre uniche date italiane del loro tour europeo.

Gli Electrocutango sono un progetto di elettrotango, nato ad Oslo, in Norvegia, e fondato da Sverre Indris Joner. Dalla creazione delle musiche per lo spettacolo TanGhost (una piece teatrale e di Tango, ispirata dall'opera Gli spettri di Ibsen e interpretata, tra gli altri artisti, da Pablo Veron, che ne era anche il coreografo) nasce il loro album Felino. L'album ha ottenuto il prestigioso premio norvegese Edvard Award per la "Migliore musica composta per stage/film/altre forme d'arte", nel 2005. Il progetto musicale include il famoso musicista di tango Per Arne Glorvigen, bandoneon.

La musica degli Electrocutango è un ibrido di strumenti elettronici ed acustici, che con successo preservano l'elasticità del Tango originale, mixando però le tradizionali armonie con quelle più moderne; il risultato è una musica non solo ballabile, ma anche estremamente piacevole ed interessante da ascoltare, proprio per gli sperimentalismi che ci sono.

Gli Electrocutango, dunque, sono l'ennesimo esempio di grande Musica proposto dal Meditangofestival; i concerti organizzati in queste edizioni, infatti, hanno visto protagonisti i migliori artisti e gruppi all'avanguardia nella ricerca musicale del fenomeno Tango, come ad esempio Juanjo Mosalini e gli Otros Aires.

L'appuntamento con gli Electrocutango è il 1 Gennaio, alle ore 22.30, presso il Mitreo, Via Mazzacurati, 63.

A chiudere il MeditangoFestival, come di consueto negli ultimi anni, torna anche quest'anno il più grande ballerino di Tango al mondo, Pablo Veron.

Enfant prodige sul palco dell’epocale “Tango Argentino”, star del film Lezioni di Tango di Sally Potter, coreografo affermato e premiato per spettacoli quali Tanghost (in tournèe mondiale per tre anni consecutivi) Pablo Veron è stato definito dal quotidiano parigino Liberatiòn come “il miglior ballerino del mondo”.

Un’occasione davvero unica, dunque, quella proposta dal MeditangoFestival: tre giorni di stages (il 4, il 5 e il 6 gennaio) con colui che, a detta del Time Out di New York, “possiede i piedi di Dio”. L'appuntamento con l'ultima milonga di questa edizione del MeditangoFestival, ovvero con l'ultima serata danzante di Gala, invece, è fissato per il 5 Gennaio, dove, all'interno dei saloni dello splendido Palazzo Brancaccio, si potrà ballare sulle note appositamente scelte dal tj Sergio Chiaverini. Ospite d'onore, naturalmente, Pablo Veron.

- 1 Gennaio: Concerto degli Electrocutango presso il Mitreo (Via Mazzacurati, 63). Il costo della serata è di 20 €

- 4, 5 e 6 Gennaio: Stages di Pablo Veron presso il DAF (Dance Arts Faculty, Via di Pietralata 159/A). Il costo degli stages è di 85 €.

- 5 Gennaio: Gran Galà con ospite d’onore Pablo Veron presso i saloni di Palazzo Brancaccio (Viale del Monte Oppio, 7). Tj Sergio Chiaverini. Il costo dei Galà è di 15 €.

Per info: +39.349.2621186

14 dicembre 2009

5° MeditangoFestival. Torna l'eccellenza a Roma dal 18 dicembre al 6 gennaio

Giunge alla sua quinta edizione consecutiva il MeditangoFestival, Festival Internazionale di Tango, Teatro e Musica che, con sempre maggiore successo e sviluppo, si svolge a Roma proponendosi come ponte tra il Tango danzato, sociale o di spettacolo, ed altre forme di rappresentazione che abbiano il Tango come riferimento o mezzo.

Organizzato da Alex Cantarelli e Mimma Mercurio, -l’uno filosofo, regista e danzatore e l’altra danzatrice ed attrice, coppia di spicco della realtà tanghera- il MeditangoFestival ha finora proposto i massimi vertici del Tango mondiale, come ad esempio Esteban Moreno&Claudia Codega, Roberto Herrera e Pablo Veron, premiando in questo modo la qualità tecnica, artistica e scenica per eccellenza.

La manifestazione quest’anno aprirà ancora le porte all’eccellenza, partendo, il 18 Dicembre, con due artisti internazionali, Adrian Veredice ed Alejandra Hobert, la cui danza e didattica sono una preziosa sintesi di innovazione e poetico riferimento alla tradizione.

Rispettando la consueta formula del MeditangoFestival, che prevede la fusione dello spettacolo con la didattica, sono previsti tre giorni consecutivi di stage (dal 18 al 20 dicembre), oltre a una serata di Gala, con esibizione, presso il Mitreo.

Torna per il secondo anno anche la TangoMaratona, che avrà luogo il 26 Dicembre presso il Casale della Cervelletta, gioiello fatto costruire dagli Sforza e dai Borghese nel cuore di Roma; dalle 19.00 del 26 dicembre fino alle 7.00 del mattino del 27 dicembre si potrà ballare sulle note delle musiche appositamente scelte da tre diversi musicalizador (Gibo, Carlo Paolantoni ed El Giocher).

Inoltre, sono previsti stages ed esibizioni di due coppie di artisti della realtà romana del Tango, Luciano Donda&Cinzia Lombardi, e Roberto Ricciuti&Claudia Fusillo.

Per la sezione dedicata alla grande Musica, i concerti del MeditangoFestival hanno finora visto protagonisti gruppi all’avanguardia nella ricerca musicale del fenomeno Tango. Juanjo Mosalini, lo scorso anno, ha deliziato il pubblico con uno splendido Solo, esempio di rara bravura ed emozione, mentre gli Otros Aires, proprio durante il MeditangoFestival di tre anni fa, sono esplosi come fenomeno nel circuito internazionale.

Ecco dunque, un altro momento di eccellenza: il 1 Gennaio, infatti, in anteprima assoluta -e prima delle due date italiane del loro tour-, si terrà presso il Mitreo il concerto del gruppo degli Electrocutango, una delle più importanti band di Tango Elettronico della scena internazionale. Guidati dal geniale Sverre Joner, il quartetto proporrà brani dal fortunatissimo lavoro Felino e nuovo materiale, all’insegna del forte e raffinato impatto sonoro.

Chiude infine la 5a edizione del MeditangoFestival un artista che ha eletto la manifestazione come momento d’eccellenza della sua didattica: Pablo Veron, icona indiscussa del Tango degli ultimi vent’anni, alla sua quarta presenza in cinque edizioni.

Enfant prodige sul palco dell’epocale “Tango Argentino”, star del film Lezioni di Tango di Sally Potter, coreografo affermato e premiato per spettacoli quali Tanghost (in tournèe mondiale per tre anni consecutivi) Pablo Veron è stato definito dal quotidiano parigino Liberatiòn come “il miglior ballerino del mondo”.

Un’occasione davvero unica, dunque, quella proposta dal MeditangoFestival: tre giorni di stages (il 4, il 5 e il 6 gennaio) con colui che, a detta del Time Out di New York, “possiede i piedi di Dio”.

CALENDARIO DEL 5° MEDITANGOFESTIVAL (www.meditango.com/5mf):

- 18, 19 e 20 Dicembre: Stages di Adrian Veredice y Alejandra Hobert: il 18 Dicembre presso il Mitreo (Via Mazzacurati, 63) e il 19 e 20 Dicembre presso TangOFFicina (Via Cupa 5).

Il costo dello stage è di 75 €.

- 18 Dicembre: Gran Galà con esibizione di Adrian Veredice y Alejandra Hobert presso il Mitreo (Via Mazzacurati, 63). Tj Yira..Yira (Ariel Yurjevic).

Il costo dei Galà è di 13 €.

- Dalle 19.00 del 26 alle 7.00 del 27 Dicembre: Tangomaratona presso il Casale della Cervelletta (Via della Cervelletta). All’interno della Tangomaratona, inoltre, si svolgeranno (dalle 19.00 alle 21.00) gli stage di Luciano Donda&Cinzia Lombardi e di Roberto Ricciuti & Claudia Fusillo, coppie che si esibiranno nel corso della serata.

Ingresso per la sola maratona: 10 €; ingresso + 1 lezione: 20 €; ingresso + 2 lezioni: 25 €.

- 1 Gennaio: Concerto degli Electrocutango presso il Mitreo (Via Mazzacurati, 63). Il costo della serata è di 20 €

- 4, 5 e 6 Gennaio: Stages di Pablo Veron presso il DAF (Dance Arts Faculty, Via di Pietralata 159/A). Il costo degli stages è di 85 €.

- 5 Gennaio: Gran Galà con ospite d’onore Pablo Veron presso i saloni di Palazzo Brancaccio (Viale del Monte Oppio, 7). Tj Sergio Chiaverini. Il costo dei Galà è di 15 €.

Ufficio Stampa Compañia Meditango

Cristina Loizzo

cristina.loizzo@gmail.com

Tel. 333.5081325

Compañia Meditango: www.meditango.com/5mf

Per informazioni: tango@meditango.com

o chiamare al 349.2621186

16 novembre 2009

Tornano a Roma le Giornate della Storia, insieme al Caffè della Storia

Da lunedì 23 a sabato 28 novembre 2009

Giornate della Storia

www.giornatedellastoria.it

Capire la crisi di oggi analizzando le crisi del passato.

In un percorso di otto lezioni che si terranno a Roma, Frosinone, Rieti e Viterbo, le Giornate della Storia, organizzate dall’associazione Il Tempo La Storia di Roberto Bonuglia e Luca Giansanti, ricostruiranno le diverse “crisi” – sociali, economiche e politiche – che si sono succedute nel corso del Novecento in Italia, dall’Italia giolittiana alla Grande Guerra, dal caso Moro alla fine della “Prima Repubblica”.

La manifestazione -che sarà inaugurata da una Lectio Magistralis di Giovanni Sabbatucci a Palazzo Valentini di Roma, il 23 novembre, alle ore 11:00- si snoderà fino al 28 novembre, coinvolgendo la Capitale e le province di Frosinone, Rieti e Viterbo.

Ma non ci saranno solo lezioni: il carattere innovativo dell’evento è anche nell’incontro con gli Autori, che, insieme a storici, giornalisti e registi, si misureranno con i temi della “grande Storia” e converseranno con il pubblico presso la Libreria L’Argonauta, a Roma, in Via Reggio Emilia, 89. Torna, infatti, quest’anno il “Caffè della Storia”, che, dopo il successo del 2007, propone con una formula suggestiva , l’incontro con importanti nomi del giornalismo e autoriale, che, insieme a storici, docenti universitari ed intellettuali, presenteranno i loro libri e dvd, perfettamente inquadrati nella tematica delle Giornate della Storia.

Nella libreria romana, dunque, si alterneranno con i loro ultimi lavori Oliviero Beha, Luciano Violante, Vincenzo Iurillo, Paolo Macry, Giovanni Fasanella, Gianfranco Pannone, Mirella Serri, Fabio Pierangeli, Paolo Guzzanti, Valeria Palumbo, Paolo Liguori e Carla Baroncelli.

I docenti universitari, provenienti da tutta Italia, che terranno le otto Lezioni sono: Fulvio Cammarano, Barbara Bracco, Luca Baldissara, Federico Romero, Angiolina Arru, Matteo Pizzigallo, Agostino Giovagnoli e Maurizio Ridolfi.

Le Giornate della Storia potranno essere “seguite” nella loro programmazione anche sul sito Internet www.giornatedellastoria.it: una vetrina aggiornata e interattiva, dove appassionati e non potranno confrontarsi, proporre nuovi temi per le prossime edizioni e indicare il proprio gradimento per gli incontri a cui hanno assistito.

Info e contatti:

Il Tempo La Storia

via Enrico Jovane, 53 – 00156 Roma

iltempolastoria@email.it

www.giornatedellastoria.it

Libreria L’Argonauta

Via Reggio Emilia, 89 – 00198 Roma

tel 06 8543443

info@librerialargonauta.com

www.librerialargonauta.com

26 luglio 2009

Selvaggia-mente...facendo!

L'Universo e la Natura della Teatro Greco Dance Company

Al Parco Yitzhac Rabin, notti di danza fino al 31 luglio: è in scena, infatti, la rassegna Pantheos–L’Universo e la Natura, dedicata alle creazioni etiche di Renato Greco e Maria Teresa Dal Medico, della Teatro Greco Dance Company.
Dopo lo spettacolo di gala del 20 luglio che ha inaugurato la rassegna, il 24 e 25 torna Odysseus Dance Opera, versione poetica dall’Odissea di Giovanna Bemporad, con le musiche originali di Dino Scuderi. Il 26 e il 27, invece, è la volta di Shalom, rappresentato per la prima volta 30 anni fa a Roma, e meglio noto come Malgré Tout; nell’attuale allestimento, è un diretto richiamo alla memoria di Yitzach Rabin, un inno alla pace e all’integrazione religiosa.
Il 29 luglio, inoltre, sarà in scena Self Body Soul, con la Compagnia Zion Dance Theatre, composto da tre diversi balletti che pongono particolare attenzione all’utilizzo del corpo, mentre, il 31 luglio, la rassegna si conclude con Variazioni Cromatiche; lo spirito latino del Flamenco fa da traino ad un percorso che, passando per il Tango della Compagnia Artes Tango, arriva al Jazz della Teatro Greco Dance Company.

Fino al 31 luglio
Pantheos - L'universo e la Natura
Parco Yitzhac Rabin
Via Panama, 23
Inizio spettacoli ore 21.30
Biglietti: intero 20 €, ridotto 15 €
Infoline: 345.3129530 - 06.8607513


Au cafè a Villa Pamphili

Tra gli ultimi appuntamenti di Invito alla Danza, Au cafè, con la coreografia di Micha van Hoecke, viene presentato in prima nazionale sul palco di Villa Doria Pamphili.
Lo spettacolo è dedicato alla musica ed alla sua grande influenza sull’autore belga; l’allegoria della vita viene sviluppata attraverso un racconto che si svolge nei Cafè belgi, dove l’atmosfera fumosa e calda accoglie barboni, gente comune, artisti, che danzano sulle note di melodie degli anni’60.
Eccezionalmente, solo per la data romana, lo stesso van Hoecke parteciperà al balletto.

28 luglio
Au cafè per Invito alla Danza
Villa Doria Pamphili
Via di San Pancrazio, 10
Biglietti: da 13 € a 20 €
Infoline: 06.58303489

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 24-30.07.2009- 

25 luglio 2009

Finalmente Anbeta

A chiudere la XIX edizione, il 30 luglio, di Invito alla Danza, il direttore artistico Marina Michetti ha scelto un cavallo di razza, o meglio, due.
Si esibiranno infatti sul palco di Villa Pamphili, Anbeta Toromani, nota al grande pubblico per essere stata scoperta dalla De Filippi durante la trasmissione Amici, e i primi ballerini delle prestigiose compagnie internazionali che compongono la Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini, quali Nelson Madrigal, Hector Budla e Valeri Hristov.
Molti interpreti per diverse coreografie, differenti per stili e tecniche; lo spettacolo spazia dal tango alle movenze di Petipa, fino a coreografie contemporanee.

30 luglio
Finalmente Anbeta per Invito alla Danza
Villa Doria Pamphili
Via di San Pancrazio, 10
Ore 21.15
Biglietti: da 13 € a 20 €
Infoline: 06.58303489

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 24-30.07.2009-

24 luglio 2009

Le Monetine di Daniele Silvestri

Quasi a chiusura del Rock in Roma Festival - la manifestazione che si tiene all'Ippodromo di Capannelle-, il 24 luglio, un cantautore romane amatissimo dal grande pubblico: Daniele Silvestri.
Se qualche anno fa cantava che sarebbe salito fino a diventare "solamente un puntino lontano", ora Silvestri è più che un puntino nel panorama della canzone italiana; vincitore, giovanissimo, della Targa Tenco per il miglior album d'esordio, Silvestri ha collezionato una lunga serie di successi, che lo hanno visto, tra l'altro, vincere la sezione giovani ed il premio alla critica a Sanremo, oltre che pubblicare il libro L'Autostrada.
Il 24, Silvestri presenta Monetine, il suo primo best completo, un doppio album con dvd che attraversa 15 anni di carriera unendo momenti, storie e canzoni molto diverse tra loro, con uno spirito non antologico.
Rivisitazioni dunque di suoi brani (come Pozzo dei Desideri), ma anche la cover di Una giornata al mare di Paolo Conte e la versione inedita de Il mondo stretto in una mano, brano contenuto nella colonna sonora del film Questa notte è ancora nostra.
Accanto alla raccolta musicale, inoltre, Monetine contiene anche un dvd, che riunisce i 15 videoclip della sua carriera e contenuti extra, come una selezione di filmati dei fan raccolti su You Tube e stralci di concerti immortalati dalla platea. Infine, in quanto opendisc, Monetine permette, se inserito nel computer, di accedere ad un mondo virtuale in continua evoluzione, ricco di bonus audio e video, news e contenuti esclusivi, oltre che l'accesso diretto col cantante, tramite un sistema di mail, chat e forum.

24 luglio
Concerto di Daniele Silvestri al Rock in Roma Festival
Ippodromo delle Capannelle
Via Appia Nuova 1245
Posto unico: 15 €
Infoline: 06.45496305

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 24-30.07.2009-

18 luglio 2009

Morgan a Capannelle

Quasi un mese (dal 27 giugno al 25 luglio) per ascoltare la buona musica italiana ed internazionale, o meglio il buon rock. È il Rock in Roma Festival, che dopo il successo dell’edizione 2008, quest’anno ha riproposto, ancora nella location dell’Ippodromo di Capannelle, un cartellone musicale di tutto rispetto. Per il 20 luglio, in programma un cantautore che col rock, almeno per la sua ultimissima produzione musicale, sembra avere poco a che fare: Morgan, al tempo Marco Castoldi. Eclettica voce e basso dei Bluvertigo, nel tempo, Morgan, irrequieto e poliedrico artista, ha scritto libri, raccolte di poesie, format televisivi e nuove, bellissime canzoni da solista.

Nel concerto del 20 luglio, presenta il suo ultimo lavoro, Italian Songbook vol.1: Piero Campi, Pino Donaggio, Luigi Tenco, Umberto Bindi, Domenico Modugno e Gino Paoli sono i protagonisti dei remake musicali di cui si compone l’album. Ma sul palco di Capannelle, Morgan non eseguirà solo i più grandi successi degli anni ’50 e’60, ma andrà a ritroso nelle sue rielaborazioni straordinarie di De André (notevole il suo Non al denaro, non all’amore, né al cielo, ispirato all’Antologia di Spoon River), riproporrà i brani di Canzoni dell’Appartamento, dell’album daAadA e del suo best È successo a Morgan. La dimensione del concerto sarà intimista, solo voce e pianoforte, come se, finalmente, anche lui si sia arreso a dichiarare pubblicamente il bisogno di calma e serenità. A chiudere il Rock in Roma Festival, infine, il 21 gli Afterhours, il 22 i Nine Inch Nails, il 24 Daniele Silvestri e il 25 luglio, i Modena City Ramblers.

Morgan in concerto al Roma in Rock Festival

Ippodromo delle Capannelle

Via Appia Nuova, 1245

Ore 21.30; apertura cancelli ore 17.30

Biglietti: € 20 posto unico intero + 3 € prevendita

Infoline: 06.45496305

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 17-24.07.2009-

Selvaggia-mente...facendo!

I 7 Hermanos de Los Vivancos

Unire la musica con la danza, a ritmo di flamenco. È questo l’intento dello spettacolo 7 Hermanos, dei sette fratelli della compagnia Los Vivancos, in scena il 21 e il 22 luglio all’interno della rassegna Invito alla Danza presso Villa Doria Pamphili. Un flamenco moderno, con stili e tecniche di danza di diverso genere, cui si aggiungono le musiche e le canzoni realizzate dal vivo da cinque musicisti e una cantaora. Con questa loro prima opera coreografica, i Los Vivancos vogliono irrompere sulla scena della danza come una ventata di brio, esplosività e dinamismo. Senza tralasciare, naturalmente, tutte le emozioni che il flamenco trasmette.

21 e 22 luglio

Los Vivancos in 7 Hermanos

Villa Doria Pamphili

Via di San Pancrazio, 10

Ore 21.15

Biglietti: da 18 € a 25 €

Infoline: 06.58303489

Un Divino Tango ad Ostia Antica

Sul palco del teatro romano di Ostia Antica, il 22 luglio, la Pasiones Company presenta Divino Tango, spettacolo con Erica Boaglio e Adriàn Aragòn. L’intento dei due ballerini è di portare lo spettatore nell’anima di un paese ricco culturalmente e socialmente, l’Argentina, dove il Tango è l’essenza dell’animo di ognuno dei suoi cittadini. Con una colonna sonora scelta accuratamente per portare un valore aggiunto alle coreografie, si ascolteranno brani di Carlos Gardel, Astor Piazzolla, Francisco Canaro, oltre alle nuove creazioni di Luis Corallini.

22 luglio

Pasiones Company in Divino Tango

Teatro Romano di Ostia Antica

Via dei Romagnoli, 717

Ore 21.00

Biglietti: da 26 € a 30 €

Infoline: 06.5651689

Orizzonte Terra per Invito alla Danza

All’interno di Invito alla Danza non poteva mancare l’esibizione della compagnia Aterballetto; il 23 luglio, dunque, va in scena Orizzonte Terra, con le coreografie di Mauro Bigonzetti ed Ohad Naharin, su musiche tradizionali ebraiche e di Bruno Moretti. Lo spettacolo, infatti, comprende due perfomances che realizzano due diversi modi di accostarsi al mondo ebraico, all’insegna della bellezza sia della danza che della musica.

Terra, dunque, analizza gli archetipi riferiti al popolo ebraico, quali il destino di costante migrante, all’incessante ricerca di una mèta; Minus7, invece, racconta attraverso flash brevi storie di eterogenea umanità, ponendo l’accento sulla gioiosità del popolo ebraico.

23 luglio

Compagnia Aterballetto in Orizzonte Terra

Villa Doria Pamphili

Via di San Pancrazio, 10

Ore 21.15

Biglietti: da 13 € a 20 €

Infoline: 06.58303489

-Pubblicato su RomaWeek del 17-24.07.2009-

12 luglio 2009

Selvaggia-mente...facendo!

All’interno del FestiVAl, il Festival in scena nella splendida Villa Adriana di Tivoli fino al 16 luglio, l’appuntamento, questa settimana, è col grande flamenco.

Sul palco, ieri e oggi, la Compañia Israel Galván, con El final de este estado de cosas, redux, progetto diretto da Máquina PH che deve il suo titolo alla madre di Galván-, considerato il più innovatore dei ballerini di flamenco della Spagna di oggi-, la quale così intitolò il lavoro del figlio mentre era ancora in fase di completamento. Basato sulla lettura del testo biblico dell’Apocalisse, il balletto in scena anche questa sera ha il merito di raccontare attraverso il corpo, come difficilmente è possibile vedere, i molti simboli, le immagini, le visioni, i versi e le parole del testo a cui si riferisce, creando un nuovo linguaggio, che sublima l’espressione corporea della danza e va oltre allo stesso ballo flamenco, senza però distorcene il profondo sentimentalismo ed espressività.

Questo balletto, è un’anteprima del Festival Flamenco che si terrà il prossimo settembre all’Auditorium Parco della Musica.

Il 15 ed il 16 luglio, invece, è la volta del balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, che porta sul palco di Villa Adriana alcune delle migliori coreografie che ne hanno fatto la storia. Oltre, dunque, alle recenti creazioni su musiche dei Radiohead e Yan Tiersen (Radio and Juliette e Contradictions), anche pezzi storici quali In the Middle Somewhat Elevated, di William Forsythe, per un totale di otto coreografie suddivise in tre parti differenti.

FestiVAi di Villa Adriana

10 luglio: El final de este estado de cosas, redux, Compañia Israel Galván

Biglietti: 20 €

15 e 16 luglio: Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo

Biglietti: 25 €

Villa Adriana, Tivoli

Ore 21.00

Infoline: 892982

-Pubblicato su Roma Week del 10-17.07.2009-

30 maggio 2009

La Principiante della Jovine

In scena dal 29 al 31 maggio al Teatro Campo d'Arte, La Principiante, un monologo tratto da una sceneggiatura che anni fa Roberto De Laurentiis commissionò ad Ilaria Jovine, autrice e regista teatrale dall'indubbio talento. Ispirandosi ad esso, La Principiante è però un lavoro diverso, che narra la rinascita di una quarantenne vissuta finora in un letargo psicologico, senza accorgersi della vita che le scorreva addosso.Quando il suo lui la lascia improvvisamente lei si risveglia; oltre all'abbandono dell'uomo (forse) amato, lei si sente priva anche di se stessa, della sua identità. Il vuoto ed il nulla fuori e dentro di sè.

Riconosce dunque quel coma in cui aveva vissuto per anni, e lo combatte, grazie alla musica di un pianoforte, proveniente da un appartamento del condominio; inizia così un viaggio alla ricerca e scoperta di sé, come fosse una principiante della vita.
La sua parte più noir si risveglia, inducendola a travestirsi da uomo per sperimentare la presunta appartenenza ad un ruolo forte; il finale della sua partita con la vita e col passato diventa un thriller psicologico mozzafiato, ricco di allusioni ed allucinazioni, "quelle di cui ci si nutre quando non ci si conosce e si ha paura d'ascoltarsi".

Dal 29 al 31 maggio
La Principiante
Di Ilaria Jovine
Teatro Campo d'Arte
Via dei Cappellari, 93
Ore 21.00; domenica ore 17.00
Biglietti: 10 € + 2 € di tessera associativa
Infoline: 06.6874579

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 29.05-04.06.2009-

Ashkenazy suona Beethoven

Due capolavori beethoveniani per Vladimir Ashkenazy, direttore per i concerti del 30 maggio e dell’1 e 2 giugno che si terranno all’Auditorium Parco della Musica. Del compositore tedesco, saranno eseguite, infatti, nella prima parte dei concerti, la Grande Fuga Op. 133 e la Fantasia Corale per pianoforte, coro e orchestra Op. 80, ritenuta essere una sorta di “prova generale” dell’Inno alla Gioia, finale della Nona Sinfonia. Nella seconda parte dei concerti, invece, un compositore tra i più interessanti del Novecento, l’inglese William Walton, di cui viene presentata al pubblico l’oratorio Belshazzar’s Feast, ispirato al biblico Convito di Baldassarre, narrato nel Libro del profeta Daniele. 

Se le due opere beethoveniane sono non solo di raro ascolto, ma anche di maestosità musicale e monumentalità armonica, la partitura di Walton è modellata, d’altro canto, sulle sonorità di Haendel;  dove il doppio coro fa la parte del narratore incalzante del lussureggiante banchetto pagano di Baldassare, realizzato con la sottrazione del tesoro di Salomone dal tempio di Gerusalemme. A dirigere l’Orchestra ed il coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la splendida bacchetta di Vladimir Ashkenazy, che se come pianista è un impeccabile esecutore delle musiche russe e romantiche, come direttore d’orchestra ha da sempre mostrato una particolare predilizione per i suoi connazionali Rachmaninov, Prokof’ev, Sostakovic e Skrjabin. Questa volta, dunque, Ashkenazy fa quasi un’eccezione per il pubblico romano, avvalendosi del pianoforte di Simone Pedroni e della voce da baritono di Garry Magee.

30 maggio, 1 e 2 giugno

Orchestra e Coro dell’Accademia di Santa Cecilia

Vladimir Ashkenazy direttore

Simone Pedroni pinoforte

Garry Magee baritono

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia

Via P. de Coubertin, 34

30 maggio ore 18.00; 1 giugno ore 21.00; 2 giugno ore 19.30

Biglietti: da 18 € a 47 €

Infoline: 06.8082058

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 29.05-04.06.2009-

15 maggio 2009

Tra Ginger e Fred ballando un tip tap

Tre giorni per sognare. E' Tip Tap Show, dal 21 al 23 maggio al Teatro Italia, che, oltre ad ospitare in questa 14esima edizione artisti internazionali, devolverà anche parte dell'incasso ai terremotati abbruzzesi.Lo spettacolo presentato da Cesare Vangeli accontenta gli appassionati di Fred e Ginger, garantendo loro uno spettacolo di qualità, poiché associato all'International Tap Dance Day, che in America omaggia il leggendario ballerino Bill "Bojangles" Robinson.
Sulle note dell'Orchestra del Tip Tap Show diretta dal Maestro Gianni Oddi, si esibiranno ballerini italiani, cantanti e personaggi dello spettacolo amanti di questa danza, ed, inoltre, verrà decretato il vincitore della Claquette d'oro, premio dedicato a Pietro Garinei, tra i maggiori sostenitori di questa danza.
Si parte, dunque, il 21 maggio col Gala del Musical, con la performance di Philou Nagau del Cotton Club di Parigi ed Elisangela Marsullo; inoltre, Raffaella Misiti darà prova delle possibilità di contaminazione che esistono tra tip tap e jazz, mentre coreografi internazionali presenteranno coreografie ispirate ai grandi musical.
Si prosegue, dunque, il 22 maggio, con l'omaggio ai ballerini del passato e del presente, come Shirley Temple, Liza Minnelli, Gene Kelly, e perfino Totò e Fellini. Alle guest star della prima serata, si aggiungeranno poi nuovi ospiti, che traghetteranno la manifestazione fino alla serata conclusiva, del 23, durante la quale verrà assegnata la Claquette d'oro. La giuria rappresentativa del mondo dello spettacolo e della danza decreterà anche il gruppo di tip tap vincitore, assegnando due borse di studio per Londra.

Dal 21 al 23 maggio
Tip Tap Show
Teatro Italia
Via Bari 18
Ore 21.00
Biglietti: a partire da 15 €
Infoline: 06.44239286

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 15-21.05.2009-

Selvaggia-mente...teatro!

Ricomincia Teatri di Vetro al Palladium

Terza edizione per Teatri di Vetro, il festival dedicato alla scena teatrale indipendente, che si svolgerà al Teatro Palladium e nei cortili di Garbatella dal 15 al 24 maggio proponendo 38 creazioni tra spettacoli, performance, progetti urbani ed elaborati coreografici. Il 15 si comincia nel piazzale antistante il teatro, per poi proseguire nell’esplorazione, anche spaziale, il 16, all’Urban Center; il Teatro Palladium, dal canto suo, viene mantenuto come fulcro e sede della maggior parte degli spettacoli.


Dal 15 al 24 maggio

Teatri di Vetro

Teatro Palladium

Piazza B. Romano, 8

Diversi spettacoli, a partire dalle 18.00

Biglietto: 5 €

Infoline: 06.57332768


Il Fil Rouge del TeatroInScatola

Dal 15 al 17 giugno, al Teatro in Scatola, è di scena la dipendenza dalle decisioni altrui, con lo spettacolo Fil Rouge. Scritto e diretto da Pietro Dattola, gli otto attori sono i protagonisti di un’esposizion cristallina davanti alla spada di Damocle che pende sui loro capi; un giudizio divino, la discussione per la sopravvivenza in seguito ad un delitto e la disponibilità a far inabissare l’umanità intera sono i tre casi davanti ai quali è posta l’anima di ognuno di loro. Il fil rouge è la tragicità della condanna per un’anima sospesa.

 

Dal 15 al 17 giugno

Fil Rouge

TeatroInScatola

Lungotevere degli Artigiani, 12

Ore 21.00

Infoline: 320.1185789

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 15-21.05.2009-

Terminano i Venerdi al Santa Chiara

Chiude la manifestazione de I Venerdi al Santa Chiara, il 15 maggio, il balletto AriaFuocoAcquaTerra, con cui, tra canti e danze, si ripercorre la tradizione della nostra terra attraverso i quattro elementi principali.
Danze tradizionali del Centro e Sud Italia, proposte nella loro autenticità della CompagniaBallettoPopolare, si sposano con musiche popolari e testi narrativi ispirati alla poesia cantata popolare, realizzati da Luca Parravano. Il tutto accompagnato dalla degustazione di vini della Cantina Sociale di Cerveteri e dalla musica dal vivo di quattro musicisti, esperti in strumenti popolari quali la lira calabrese o il mandolino.

15 maggio
AriaFuocoAcquaTerra
Auditorium Santa Chiara
Via Caterina Troiani, 90
Ore 21.30
Ingresso gratuito
Infoline: 06.69612679

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 15-21.05.2009-

08 maggio 2009

Una magica notte d'Oriente al Teatro Greco

E’ festa d’Oriente, il 10 maggio, al teatro Greco. In programma, infatti, Soirèe Orientale, uno spettacolo di Nada Chouaib, presentato da Valentina Mahira.
Molte le danzatrici del panorama della danza del ventre romano che saranno protagoniste dello spettacolo; tra queste, oltre alla stessa Valentina Mahira (con le sue allieve) e a Nada Chouaib, anche Layali, Abir, Carla Sahira, Nabila e Halawa Shirin, Naima e le sue allieve, e il gruppo Suad.
Essendo dedicata al mondo della danza orientale, la Soirèe conterrà pezzi solistici e di gruppo di danza orientale classica e moderna, di arabo flamenco, di tribal e baladi, la danza con le ali, le spade e il candelabro; insomma, una rassegna completa di ciò che di meglio offre la danza orientale, sia dal punto di vista delle tecniche e degli stili, sia da quello degli artisti.
Valentina Mahir, infatti, si dedica da più di dieci anni alla danza orientale egiziana ed araba, mentre Nada Chouaib, coreografa e danzatrice libanese, s’è specializzata in una danza in cui la tradizione egiziana del Cairo si è fusa con quella contemporanea con tecniche corporee olistiche e con danze tradizionali quali il flamenco e la danza africana.
Per quanto riguarda invece gli stili di danza, si passerà dalla compostezza e simbolicità della danza popolare baladi alla suggestione di quella con le Ali di Iside, dalla particolarità e delicatezza della danza con la spada alla magnificenza della danza col candelabro -anch’esso, come la spada, da tenere in equilibrio sulla testa-, che rimanda alle processioni nuziali egiziane, durante le quali la danzatrice illuminava così il cammino dei futuri sposi.

10 maggio
Soirèe Orientale
Teatro Greco
Via R. Leoncavallo, 14
Biglietti: dai 15 € ai 18 €
Infoline: 06.8608047

-Pezzo pubblicato su RomaWeek dell'8-14.05.2009-