18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


08 maggio 2009

Jenna al Teatro Belli

Una storia di una donna e di un dramma personale, vissuto con coraggio e forza, nonostante tutto e tutti. Una donna comune, ma dotata di un animo battagliero e più forte delle avversità. È la storia di Jenna, scritta e diretta da Alessandro Fea, in scena dal 7 al 17 maggio al Teatro Belli; ad interpretare questa donna “scorretta e controversa”, come la definisce lo stesso Fea, è Paola Sebastiani, affiancata da Mario Toccafondi, Arianna Gaudio, Marika De Chiara e Viola Zorzi, i personaggi che, ruotando attorno a Jenna, riempiono di ostacoli il suo percorso e provocano un finale inaspettato.
In una periferia underground dell’America di oggi, la vita di Jenna e della sua famiglia è sconvolta da un giallo, che è solo alla base di una intricata vicenda strutturata in verità nascoste, rivelzioni scomode, colpi di scena e tensioni. Davanti al dolore, Jenna si dimostra animalesca e carnale nella difesa dei suoi figli; anche se in precedenza sono stati la scorrettezza e il cinismo i suoi tratti caratteristici, messa con le spalle al muro, Jenna si rivela essere semplicemente una madre, disposta al sacrificio estremo.
Parte integrante del racconto è la musica, che crea una cornice suggestiva in cui il passato, le emozioni e i sentimenti contrastanti di Jenna diventano un ulteriore personaggio del racconto, contribuendo a dar vita ad una drammaturgia Blues.
La fragilità di donna viene meno davanti al dovere di essere madre.

Dal 7 al 17 maggio
Jenna
Teatro Belli
Piazza Sant’Apollonia, 11
Dal martedi al sabato ore 21.00; domenica ore 17.30
Biglietti: 18 € intero, 13 € ridotto
Infoline: 06. 5894875

-Pezzo pubblicato su RomaWeek dell'8-14.05.2009-

Nessun commento: