18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


26 luglio 2009

Selvaggia-mente...facendo!

L'Universo e la Natura della Teatro Greco Dance Company

Al Parco Yitzhac Rabin, notti di danza fino al 31 luglio: è in scena, infatti, la rassegna Pantheos–L’Universo e la Natura, dedicata alle creazioni etiche di Renato Greco e Maria Teresa Dal Medico, della Teatro Greco Dance Company.
Dopo lo spettacolo di gala del 20 luglio che ha inaugurato la rassegna, il 24 e 25 torna Odysseus Dance Opera, versione poetica dall’Odissea di Giovanna Bemporad, con le musiche originali di Dino Scuderi. Il 26 e il 27, invece, è la volta di Shalom, rappresentato per la prima volta 30 anni fa a Roma, e meglio noto come Malgré Tout; nell’attuale allestimento, è un diretto richiamo alla memoria di Yitzach Rabin, un inno alla pace e all’integrazione religiosa.
Il 29 luglio, inoltre, sarà in scena Self Body Soul, con la Compagnia Zion Dance Theatre, composto da tre diversi balletti che pongono particolare attenzione all’utilizzo del corpo, mentre, il 31 luglio, la rassegna si conclude con Variazioni Cromatiche; lo spirito latino del Flamenco fa da traino ad un percorso che, passando per il Tango della Compagnia Artes Tango, arriva al Jazz della Teatro Greco Dance Company.

Fino al 31 luglio
Pantheos - L'universo e la Natura
Parco Yitzhac Rabin
Via Panama, 23
Inizio spettacoli ore 21.30
Biglietti: intero 20 €, ridotto 15 €
Infoline: 345.3129530 - 06.8607513


Au cafè a Villa Pamphili

Tra gli ultimi appuntamenti di Invito alla Danza, Au cafè, con la coreografia di Micha van Hoecke, viene presentato in prima nazionale sul palco di Villa Doria Pamphili.
Lo spettacolo è dedicato alla musica ed alla sua grande influenza sull’autore belga; l’allegoria della vita viene sviluppata attraverso un racconto che si svolge nei Cafè belgi, dove l’atmosfera fumosa e calda accoglie barboni, gente comune, artisti, che danzano sulle note di melodie degli anni’60.
Eccezionalmente, solo per la data romana, lo stesso van Hoecke parteciperà al balletto.

28 luglio
Au cafè per Invito alla Danza
Villa Doria Pamphili
Via di San Pancrazio, 10
Biglietti: da 13 € a 20 €
Infoline: 06.58303489

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 24-30.07.2009- 

25 luglio 2009

Finalmente Anbeta

A chiudere la XIX edizione, il 30 luglio, di Invito alla Danza, il direttore artistico Marina Michetti ha scelto un cavallo di razza, o meglio, due.
Si esibiranno infatti sul palco di Villa Pamphili, Anbeta Toromani, nota al grande pubblico per essere stata scoperta dalla De Filippi durante la trasmissione Amici, e i primi ballerini delle prestigiose compagnie internazionali che compongono la Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini, quali Nelson Madrigal, Hector Budla e Valeri Hristov.
Molti interpreti per diverse coreografie, differenti per stili e tecniche; lo spettacolo spazia dal tango alle movenze di Petipa, fino a coreografie contemporanee.

30 luglio
Finalmente Anbeta per Invito alla Danza
Villa Doria Pamphili
Via di San Pancrazio, 10
Ore 21.15
Biglietti: da 13 € a 20 €
Infoline: 06.58303489

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 24-30.07.2009-

24 luglio 2009

Le Monetine di Daniele Silvestri

Quasi a chiusura del Rock in Roma Festival - la manifestazione che si tiene all'Ippodromo di Capannelle-, il 24 luglio, un cantautore romane amatissimo dal grande pubblico: Daniele Silvestri.
Se qualche anno fa cantava che sarebbe salito fino a diventare "solamente un puntino lontano", ora Silvestri è più che un puntino nel panorama della canzone italiana; vincitore, giovanissimo, della Targa Tenco per il miglior album d'esordio, Silvestri ha collezionato una lunga serie di successi, che lo hanno visto, tra l'altro, vincere la sezione giovani ed il premio alla critica a Sanremo, oltre che pubblicare il libro L'Autostrada.
Il 24, Silvestri presenta Monetine, il suo primo best completo, un doppio album con dvd che attraversa 15 anni di carriera unendo momenti, storie e canzoni molto diverse tra loro, con uno spirito non antologico.
Rivisitazioni dunque di suoi brani (come Pozzo dei Desideri), ma anche la cover di Una giornata al mare di Paolo Conte e la versione inedita de Il mondo stretto in una mano, brano contenuto nella colonna sonora del film Questa notte è ancora nostra.
Accanto alla raccolta musicale, inoltre, Monetine contiene anche un dvd, che riunisce i 15 videoclip della sua carriera e contenuti extra, come una selezione di filmati dei fan raccolti su You Tube e stralci di concerti immortalati dalla platea. Infine, in quanto opendisc, Monetine permette, se inserito nel computer, di accedere ad un mondo virtuale in continua evoluzione, ricco di bonus audio e video, news e contenuti esclusivi, oltre che l'accesso diretto col cantante, tramite un sistema di mail, chat e forum.

24 luglio
Concerto di Daniele Silvestri al Rock in Roma Festival
Ippodromo delle Capannelle
Via Appia Nuova 1245
Posto unico: 15 €
Infoline: 06.45496305

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 24-30.07.2009-

18 luglio 2009

Morgan a Capannelle

Quasi un mese (dal 27 giugno al 25 luglio) per ascoltare la buona musica italiana ed internazionale, o meglio il buon rock. È il Rock in Roma Festival, che dopo il successo dell’edizione 2008, quest’anno ha riproposto, ancora nella location dell’Ippodromo di Capannelle, un cartellone musicale di tutto rispetto. Per il 20 luglio, in programma un cantautore che col rock, almeno per la sua ultimissima produzione musicale, sembra avere poco a che fare: Morgan, al tempo Marco Castoldi. Eclettica voce e basso dei Bluvertigo, nel tempo, Morgan, irrequieto e poliedrico artista, ha scritto libri, raccolte di poesie, format televisivi e nuove, bellissime canzoni da solista.

Nel concerto del 20 luglio, presenta il suo ultimo lavoro, Italian Songbook vol.1: Piero Campi, Pino Donaggio, Luigi Tenco, Umberto Bindi, Domenico Modugno e Gino Paoli sono i protagonisti dei remake musicali di cui si compone l’album. Ma sul palco di Capannelle, Morgan non eseguirà solo i più grandi successi degli anni ’50 e’60, ma andrà a ritroso nelle sue rielaborazioni straordinarie di De André (notevole il suo Non al denaro, non all’amore, né al cielo, ispirato all’Antologia di Spoon River), riproporrà i brani di Canzoni dell’Appartamento, dell’album daAadA e del suo best È successo a Morgan. La dimensione del concerto sarà intimista, solo voce e pianoforte, come se, finalmente, anche lui si sia arreso a dichiarare pubblicamente il bisogno di calma e serenità. A chiudere il Rock in Roma Festival, infine, il 21 gli Afterhours, il 22 i Nine Inch Nails, il 24 Daniele Silvestri e il 25 luglio, i Modena City Ramblers.

Morgan in concerto al Roma in Rock Festival

Ippodromo delle Capannelle

Via Appia Nuova, 1245

Ore 21.30; apertura cancelli ore 17.30

Biglietti: € 20 posto unico intero + 3 € prevendita

Infoline: 06.45496305

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 17-24.07.2009-

Selvaggia-mente...facendo!

I 7 Hermanos de Los Vivancos

Unire la musica con la danza, a ritmo di flamenco. È questo l’intento dello spettacolo 7 Hermanos, dei sette fratelli della compagnia Los Vivancos, in scena il 21 e il 22 luglio all’interno della rassegna Invito alla Danza presso Villa Doria Pamphili. Un flamenco moderno, con stili e tecniche di danza di diverso genere, cui si aggiungono le musiche e le canzoni realizzate dal vivo da cinque musicisti e una cantaora. Con questa loro prima opera coreografica, i Los Vivancos vogliono irrompere sulla scena della danza come una ventata di brio, esplosività e dinamismo. Senza tralasciare, naturalmente, tutte le emozioni che il flamenco trasmette.

21 e 22 luglio

Los Vivancos in 7 Hermanos

Villa Doria Pamphili

Via di San Pancrazio, 10

Ore 21.15

Biglietti: da 18 € a 25 €

Infoline: 06.58303489

Un Divino Tango ad Ostia Antica

Sul palco del teatro romano di Ostia Antica, il 22 luglio, la Pasiones Company presenta Divino Tango, spettacolo con Erica Boaglio e Adriàn Aragòn. L’intento dei due ballerini è di portare lo spettatore nell’anima di un paese ricco culturalmente e socialmente, l’Argentina, dove il Tango è l’essenza dell’animo di ognuno dei suoi cittadini. Con una colonna sonora scelta accuratamente per portare un valore aggiunto alle coreografie, si ascolteranno brani di Carlos Gardel, Astor Piazzolla, Francisco Canaro, oltre alle nuove creazioni di Luis Corallini.

22 luglio

Pasiones Company in Divino Tango

Teatro Romano di Ostia Antica

Via dei Romagnoli, 717

Ore 21.00

Biglietti: da 26 € a 30 €

Infoline: 06.5651689

Orizzonte Terra per Invito alla Danza

All’interno di Invito alla Danza non poteva mancare l’esibizione della compagnia Aterballetto; il 23 luglio, dunque, va in scena Orizzonte Terra, con le coreografie di Mauro Bigonzetti ed Ohad Naharin, su musiche tradizionali ebraiche e di Bruno Moretti. Lo spettacolo, infatti, comprende due perfomances che realizzano due diversi modi di accostarsi al mondo ebraico, all’insegna della bellezza sia della danza che della musica.

Terra, dunque, analizza gli archetipi riferiti al popolo ebraico, quali il destino di costante migrante, all’incessante ricerca di una mèta; Minus7, invece, racconta attraverso flash brevi storie di eterogenea umanità, ponendo l’accento sulla gioiosità del popolo ebraico.

23 luglio

Compagnia Aterballetto in Orizzonte Terra

Villa Doria Pamphili

Via di San Pancrazio, 10

Ore 21.15

Biglietti: da 13 € a 20 €

Infoline: 06.58303489

-Pubblicato su RomaWeek del 17-24.07.2009-

12 luglio 2009

Selvaggia-mente...facendo!

All’interno del FestiVAl, il Festival in scena nella splendida Villa Adriana di Tivoli fino al 16 luglio, l’appuntamento, questa settimana, è col grande flamenco.

Sul palco, ieri e oggi, la Compañia Israel Galván, con El final de este estado de cosas, redux, progetto diretto da Máquina PH che deve il suo titolo alla madre di Galván-, considerato il più innovatore dei ballerini di flamenco della Spagna di oggi-, la quale così intitolò il lavoro del figlio mentre era ancora in fase di completamento. Basato sulla lettura del testo biblico dell’Apocalisse, il balletto in scena anche questa sera ha il merito di raccontare attraverso il corpo, come difficilmente è possibile vedere, i molti simboli, le immagini, le visioni, i versi e le parole del testo a cui si riferisce, creando un nuovo linguaggio, che sublima l’espressione corporea della danza e va oltre allo stesso ballo flamenco, senza però distorcene il profondo sentimentalismo ed espressività.

Questo balletto, è un’anteprima del Festival Flamenco che si terrà il prossimo settembre all’Auditorium Parco della Musica.

Il 15 ed il 16 luglio, invece, è la volta del balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, che porta sul palco di Villa Adriana alcune delle migliori coreografie che ne hanno fatto la storia. Oltre, dunque, alle recenti creazioni su musiche dei Radiohead e Yan Tiersen (Radio and Juliette e Contradictions), anche pezzi storici quali In the Middle Somewhat Elevated, di William Forsythe, per un totale di otto coreografie suddivise in tre parti differenti.

FestiVAi di Villa Adriana

10 luglio: El final de este estado de cosas, redux, Compañia Israel Galván

Biglietti: 20 €

15 e 16 luglio: Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo

Biglietti: 25 €

Villa Adriana, Tivoli

Ore 21.00

Infoline: 892982

-Pubblicato su Roma Week del 10-17.07.2009-